Presentazione della Fondazione Dream venerdì 20 settembre

Venerdì 20 settembre alle 19, nella chiesa di San Gaudenzio a Ivrea (via San Gaudenzio 14/B), l’appuntamento «Aperitivo da sogno» è l’occasione per presentare la Fondazione Dream, composta da psicoanalisti, pediatri e persone di Ivrea, del Regno Unito e dell’Uruguay: la fondazione non ha scopo di lucro e si pone l’obiettivo di promuovere iniziative divulgative legate alla capacità di sognare, destinate a tutti e in particolare agli adulti di domani, gli studenti della scuola primaria. Info 366.3766222.

Spiegano gli organizzatori: «Il retro dell’altare della chiesa di San Gaudenzio a Ivrea, un piccolo gioiello del Barocco Piemontese, mostra uno scorcio della roccia sulla quale dormì per una notte il santo al quale questa chiesa è dedicata. Una porzione di roccia levigata con sembianze umane è stata sufficiente per far nascere prima una leggenda, poi una chiesa e, 1.500 anni dopo, la nostra fondazione che si propone di valorizzare un’attività connessa con quel sonno antico:  il “sognare”, inteso come momento di involontario dialogo, magari privo di logica ma non di senso, con il nostro inconscio.   

«La fondazione che presenteremo a San Gaudenzio il 20 settembre l’abbiamo chiamata proprio così: Dream, “sogno” in inglese, perché vorremmo dare un carattere internazionale alle attività di promozione in favore di questo istinto, innato in noi come dimostra la consuetudine di qualsiasi bambino con il suo divagare notturno e, in età adulta, spesso sepolto a causa delle abitudini che la vita attuale impone. Lo scopo della fondazione è quello di diffondere l’idea che sognare può tornare ad essere una quotidiana e benefica pratica di igiene personale».

(Immagine: René Magritte, La condizione umana)

Rate this post